Tu sei qui

Notte delle idee / Notte della memoria: (ri)costruire insieme

Gli alunni delle classe di Terminale incontrerano incontreranno il  Sig. Ugo Foà.

Testimone: Sig. Ugo Foà (Napoli 1928)

Nato e cresciuto nella piccola Comunità Ebraica napoletana, vive serenamente inquadrato, come tutti i ragazzi che vanno a scuola, nelle organizzazioni fasciste finché le leggi razziali non lo mettono da parte, impedendogli l'iscrizione a qualsiasi Scuola pubblica. Ha raccolto alcuni dei suoi ricordi in un libro (Il bambino che non poteva andare a scuola - Storia della mia infanzia durante le leggi razziali in Italia - Manni Editore 2021).

Dopo l' 8 settembre 1943 le truppe naziste prendono il comando della città di Napoli. Contro l'occupazione la popolazione si ribella, culminando nella insurrezione la notte del 27 settembre. I combattimenti durano fino al giorno 30, definiti nei libri di storia "Le quattro giornate di Napoli", impedendo così l'arresto degli ebrei napoletani di cui hanno gli elenchi.

"incerte condizioni operative" le chiama Kappler in un telegramma a Berlino del 6 ottobre per giustificare il mancato arresto degli ebrei a Napoli. Dopo dieci giorni, il 16 ottobre 1943, nel Ghetto di Roma vengono arrestati e deportati 1.200 ebrei.
Nella sua testimonianza si concentrerà sul ricordo e sul significato delle leggi razziali.