Tu sei qui

Scuola Elementare

La Scuola Materna: ciclo 1 Peculiarità del sistema francese, la scuola materna accoglie i bambini prima della scolarità obbligatoria che comincia a 6 anni. Essa è generalmente organizzata in sezioni (piccola, media e grande) in funzione dell’età dei bambini. In Francia, i bambini dai 3 ai 5 anni sono scolarizzati alla scuola materna. Per la grande maggioranza dei bambini si tratta  del luogo della prima educazione fuori dalla famiglia. Questa scuola è considerata oggi come una parte normale del percorso formativo degli alunni. I bambini vi sviluppano le capacità fondamentali, perfezionano il  linguaggio e cominciano a scoprire  l’universo della scrittura, quello dei numeri e di altri campi di apprendimento. Obiettivo principale della scuola materna è permettere di vivere una prima esperienza scolastica positiva. Il programma della scuola materna è diviso in 5 campi d’attività. il linguaggio al centro degli apprendimenti; vivere insieme; agire ed esprimersi con il proprio corpo; scoprire il mondo; la sensibilità, l’immaginazione, la creazione. Per più informazioni potete consultare il Bulletin Officiel speciale del 26 marzo 2015 che dettaglia il programma la scuola materna. La scuola Primaria: cicli 2 e 3 La scuola Primaria accoglie i ragazzi da 6 a 11 anni. I programmi sono nazionali e obbligatori per tutti i proferssori e tutti gli alunni. Due grandi assi strutturano l’insegnamento primario: la conoscenza del linguaggio e della lingua francese; l’educazione alla cittadinanza. La scuola prende in considerazione la pluralità e la diversità delle capacità di ogni alunno. Al di là del ragionamento e del pensiero intellettuale, il senso dell’osservazione, il gusto per la sperimentazione, la sensibilità, le capacità motrice e l’immaginazione creativa sono sviluppati. Al di là dell’insegnamento tradizionale fornito dal cursus francese, il Liceo Chateaubriand dispone anche di alcune caratteristiche specifiche e di scelte educative libere. L'istruzione è impartita in lingua francese in conformità con i programmi dell’Educazione Nazionale Francese (Éducation Nationale Française): già dal primo ciclo della scuola elementare l’insegnamento delle lingue moderne è una priorità, in quanto, sin dall’inizio, può fornire agli studenti le chiavi dell’ambiente internazionale in cui essi si evolvono. Così gli studenti ricevono da febbraio a marzo da 2 a 3 ore di corsi obbligatori di lingua italiana sin dalla classe inferiore della scuola materna e tale insegnamento è impartito da un insegnante italiano madrelingua. A partire dalla sezione superiore della scuola materna, viene aggiunto l’insegnamento della lingua inglese, la cui pratica prosegue ininterrottamente fino alla seconda classe della materna (CM2). Si noti inoltre l’attivazione di un organismo di supporto linguistico per l'insegnamento del francese (ALEF - appui linguistique à l’enseignement du Français) creato espressamente per fornire agli allievi della scuola materna di madreligua italiana, un passaggio fluido e un’immersione dolce nella lingua francese, che "se è totale e, a volte brutale, può compromettere il rendimento di un giovane studente "(testo di orientamento educativo dell’AEFE, 2006). "Infatti, privato ​​della sua lingua madre e dei suoi rassicuranti punti di riferimento circoscritti nel suo ambiente culturale, il bambino di tre / quattro anni che viene immerso in un mondo linguisticamente a lui estraneo, può essere fortemente destabilizzato e può ritrovarsi così in una situazione di fallimento scolastico". Da qui la creazione del dispositivo ALEF, che "coinvolge l'intervento di un insegnante bilingue, a sostegno del docente della classe." Orario Accoglienza alunni dalle ore 8:20 - inizio delle lezioni alle ore 8.30: Lunedi, Martedì e Giovedi 8:30-15:30 Mercoledì 8:30-12:00 Venerdì 8:30-15:00 Corso di lingua :  INGLESE :  Nella scuola primaria l'inglese è introdotto progressivamente a partire dalla 1a elementare, dopo una prima fase di scoperta nell'ultimo anno di scuola materna. Dai 4-5 anni, gli studenti si confrontano così ad una terza lingua, inizialmente attraverso canzoni, filastrocche e giochi esclusivamente, poi con uno studio più sistematico di formule, lessico e infine sintassi di base. Lo scritto è introdotto in 3a elementare et la sua importanza cresce nei successivi anni; la comprensione e la produzione orale rimangono tuttavia prioritari. La progressività e la differenziazione sono tra i nostri principali obiettivi, data la peculiarità della nostra utenza. Ai bambini vengono impartiti corsi di durata e frequenza crescente, dalle 3 ore mensili della prima alle 6 degli ultimi tre anni. L'alternanza tra lezioni con l'intero gruppo classe e lezioni con metà classe permette una più ampia varietà di attività; queste possono così rispondere più da vicino alle necessità degli allievi. Alla fine del terzo ciclo (primo anno di scuola media), gli studenti hanno come obiettivo il raggiungimento del livello A1 del Quadro Europeo di Riferimento per le Lingue, con il quale si attestano competenze di comprensione e produzione di espressioni familiari sulla realtà circostante. Molti dei nostri allievi possono ambire al livello A2; con questo scopo cerchiamo di differenziare soprattutto lo studio e l'approfondimento a casa. Constatiamo con soddisfazione che gli studenti entrano in scuola media con un discreto bagaglio linguistico, e soprattutto con il piacere e l'entusiasmo che cerchiamo di trasmettere durante questi anni di scuola elementare – nei quali il gioco, senza dubbio, rimane uno strumento pedagogico essenziale.  ITALIANO : ITALIANO IN CICLO 1 (PS, MS, GS ). Il dispositivo: I bambini hanno due ore d’italiano a settimana per le PS in gruppo classe ( 1° anno della materna ); due ore in gruppo classe + un’ora in compresenza con le colleghe francesi in un laboratorio linguistico per le MS e le GS ( 2° e 3° anno della materna ). Interventi , attività : Attraverso le attività ludiche,  la psicomotricità, la musica , le filastrocche , i racconti utilizzando libri adatti ai bambini della scuola materna e rispettando i programmi del ministero dell’ istruzione pubblica. ITALIANO IN CICLO 2 (CP, CE1,CE2): Il dispositivo: Gli scolari hanno tre ore d’italiano a settimana , due ore in gruppi di competenza ed un’ora in gruppo classe. Svolgimento delle lezioni: Le programmazioni sono state realizzate dalle insegnanti , adattandole alla scelta del metodo e rispettando i nuovi programmi del Ministero della Pubblica Istruzione ITALIANO IN CILCO 3 (CM1, CM2 ): Il dispositivo :  Gli scolari hanno tre ore d’italiano tre + una in gruppo di competenza ed un’ora in compresenza con le colleghe francesi  (duette) con una programmazione bilingue. Svolgimento delle lezioni: Le programmazioni sono state realizzate dalle insegnanti , adattandole alla scelta del metodo e rispettando i nuovi programmi del Ministero della Pubblica Istruzione.  
La B.C.D. (Bibliothèque Centre Documentaire) accoglie i più giovani dalla Grande Section di maternelle al CM2. I bambini di Moyennes Section sono accolti all’Isola. Ciascuna classe viene accolta circa ¾ d'ora a settimana in mezzo-gruppo; ogni bambino ci si reca quindi una settimana su due. I CE2, CM1 e CM2 possono anche andarci da soli durante le pause dei martedì e mercoledì mattino. La biblioteca contiene quasi 10,000 opere: documentari; album; libri; Riviste: Youpi, Dlire, Mes 1ers J’aime Lire, J’aime Lire, Pomme d’Api, Astrapi, Images Doc, Wakou, Wapiti. La biblioteca è anche abbonata a 4 riviste: Belles Histoires; Wakou; Wapiti; Astrapi.
Livre-Moi, Livre-Nous Far vivere i libri e la lettura tra parecchie azioni: Portare la voce di un autore noto in tutto il mondo:  quest'anno Charles Perrault è stato selezionato in relazione al progetto Cenerentola. Ragazzi del Collège leggeranno racconti ai bambini della maternelle; creazione di libro: Annette Tamarkin, autrice di libri pop-up animerà un laboratorio creativo con i CE1; Incontri con autori: incontro dei Moyenne Section con Mireille d'Allance, autrice pubblicata dall'École des Loisirs; animazione di laboratori fumetti con Dominique Joly, autrice di documentari storici tra i quali "La Storia di Francia in fumetto", con i ragazzi di CE2, CM1 e CM2. Queste animazioni hanno lo scopo di aumentare sempre di più l'interesse e la motivazione dei bambini per la lettura. Omnes Viae Roman Ducunt (Tutte le strade portano a Roma) Progetto di plurilinguismo e di apertura alla cultura del paese con lo scopo di scoprire l'arte, sviluppare e valorizzare la creatività e la manualità, promuovere la libertà di espressione verbale e non, aumentare le conoscenze storiche e artistiche. I bambini avranno la possibilità di visitare il Palazzo Barberini al fine di studiarne alcuni ritratti maggiori: la Fornarina di Raffaello (1520), il ritratto di Enrico VIII di Holbein (1540), quello di Stefano IV Colonna del Bronzino (1546), Beatrice Cenci da Guido Reni (1546)... Workshop ed esposizioni dei lavori fatti dai bambini. Progetti su vari livelli (elementari-medie-liceo) Cenerentola: opera; Ce français qui est le mien; Eco-Logis.