Tu sei qui

Informazioni generali

L'Agenzia per l'istruzione francese all'estero (A.E.F.E) può garantire ai bambini francesi che vivono all'estero un’assistenza scolastica sotto forma di borse di studio. Per agevolare la gestione di questi dossier a livello nazionale, una commissione locale per le borse di studio (CLB) esegue un lavoro di censimento e di analisi delle informazioni fornite dalle famiglie. Per la zona di Roma, il consiglio locale si terrà la prossima settimana presso la sede del Consolato di Francia a Roma. Presa sede presso un posto consolare (ad es. Il servizio del Consolato di Francia a Roma), il comitato per le borse di studio locale ha giurisdizione a livello locale su tutte le questioni inerenti la gestione delle borse di studio scolastiche. La commissione esamina i dossier di richiesta di borse di studio da parte dei cittadini francesi e sottopone delle proposte all'Agenzia che decide l'assegnazione definitiva delle borse di studio dopo il parere di una commissione nazionale. Il consiglio locale si riunisce in seduta plenaria due volte l'anno; una volta in primavera per il rinnovo delle domande di borse di studio, una volta in autunno per i nuovi cittadini francesi appena arrivati ​​o per i dossier aggiornati o rinviati dalla prima seduta della commissione locale. Nei casi in cui ci si trovi di fronte a un gran numero di domande, possono essere organizzate delle pre-commissioni al fine di facilitare il lavoro del comitato locale per l’attribuzione delle borse. L’ultimo giorno utile per la presentazione delle domande è il 25 settembre 2020 Per le prime richieste è obbligatorio recarsi presso il consolato per un colloquio individuale con il personale del servizio delle borse di studio. Le famiglie possono prendere un appuntamento tramite il seguente link: richiesta appuntamento
  Non ci sono appelli a candidature in corso
La scuola ha sottoscritto con la compagnia assicuratrice ALLIANZ un’assicurazione per gli alunni della scuola durante le lezioni, le gite e le attività extra-scolastiche che si svolgono nella scuola. Questa assicurazione copre: La responsabilità civile per danni dell’assicurato (l’alunno o il personale) verso terzi, garantisce dai danni che questi può provucare a terzi. La responsabilità per incidenti, copre i danni che potrebbe subire l’assicurato, la cui copertura concerne tra l’altro : - Risarcimento del danno biologico da incidente; - Indennità giornaliera di ricovero ospedaliero; - Indennità giornaliera per l’immobilizzazione; - Rimborso spese estetiche a seguito d’incidente; - Risarcimento per l’invalidità temporanea, per un massimo di 365 giorni - Spese dentistiche e per gli occhiali; - Perdita dell’anno scolastico; - Spese di trasporto in clinica; - Costi per le lezioni di recupero; Il risarcimento prevede dei massimali in funzione del tipo di domanda presentata. Per quanto riguarda le gite scolastiche, il Liceo ha stipulato un'assicurazione aggiuntiva con Europ Assistance pagata dai genitori nel prezzo del viaggio.
Rette scolastiche (Tariffe) La scolarizzazione in una della entità del Lycée Chateaubriand è a pagamento per ogni alunno regolarmente iscritto, qualunque sia la propria nazionalità. Le quote d’iscrizione devono essere saldate dopo la conferma dell’iscrizione;    Le spese scolastiche sono oggetto di fatturazione da parte del Liceo; Le fatture possono essere pagate al ricevimento. Supporto finanziario La commissione d’aiuto sociale dell’istituto è finanziata da contributi volontari da liberi donatori al fine di aiutare ove necessario le famiglie e per le spese a loro carico in relazione al funzionamento dell’istituto; L’attribuzione degli aiuti non può avvenire solo su presentazione di una pratica di richiesta di supporto finanziario (documento allegato da scaricare) che dettaglia le risorse e gli oneri della famiglia; gli aiuti sono quindi accordati solo in base ai requisiti di reddito. Per i cittadini francesi che dispongono di aiuti potenziali da parte dello Stato francese (vedi il sistema delle borse seguito dal servizio del consolato di Francia a Roma) solo le richieste d’aiuto per le spese non prese a carico dalle borse dell’Aefe possono essere esaminate.
I – L’istruzione in un istituto dell’A.E.F.E. è a pagamento per tutti i giovani iscritti qualunque sia la loro nazionalità Il mancato pagamento ha come conseguenza l’esclusione automatica dell’alunno. A°) i diritti e le spese applicabili nell’istituto I diritti sono definiti ogni anno dalla sede dell’AEFE e sono affissi nell’istituto. Questi diritti possono variare in base ai livelli di istruzione presi in considerazione al momento dell’iscrizione degli alunni; includono: i diritti di prima iscrizione, i diritti annuali di istruzione, le tasse d’esame, le spese relative alla ristorazione e altre spese e le tariffe sono fissate dall’istituto. I Diritti di Prima Iscrizione (DPI): devono essere versati dai nuovi iscritti all’istituto. Vengono fissati in maniera forfettaria per tutti i gradi. Devono essere pagati prima del rientro scolastico. I Diritti Annuali di Istruzione (DAS): vengono fissati per tutto l’anno scolastico considerato e sono esigibili dal primo giorno di ogni trimestre; una fattura per ogni alunno viene emessa come prememoria dell’importo residuo dovuto. Le tasse d’Esame (DE): sono esigibili a partire dal secondo trimestre dell’anno scolastico in corso e riguardano la fattura del trimestre corrente. Le spese di ristorazione (FDP): sono esigibili ogni inizio di trimestre per il trimestre entrante, i cambiamenti di “régime” in corso di trimestre non sono accettati. B°) Sgravi, esenzioni e riduzioni eventuali: Sui Diritti Annuali di Istruzione (DAS)    Non è concesso nessuno sgravio o esenzione quando i diritti annuali di istruzione sono presi a carico direttamente da una persona     giuridica. Se più figli, iscritti all’istituto, provengono dalla stessa famiglia possono usufruire di uno sgravio del: 10% a figlio se vi sono 3 figli frequentanti l’istituto, 20% a figlio se vi sono 4 figli frequentanti l’istituto, 30% a figlio se vi sono 5 figli frequentanti l’istituto, 40% a figlio se vi sono 6 figli frequentanti l’istituto e via di seguito. Il personale assunto con un contratto locale per lavorare l’intero anno scolastico e, senza presa a carico delle spese dal datore di lavoro del congiunto, usugruisono di un’esenzione dell’80% sull’importo delle spese annuali di istruzione, il restante è a carico loro, dopo eventuale sgravio. Sui Diritti di Prima Iscrizione (DPI) Non è concesso nessuno sgravio o nessuna esenzione per quanto riguarda i diritti di prima iscrizione a carico di una persona giuridica. È concesso uno sgravio per iscrizione simultanea di altri figli appartenenti a una stessa famiglia. I dipendenti assunti con un contratto locale per lavorare l’intero anno, senza presa a carico delle spese dal datore di lavoro del congiunto, usufruiscono di un’esenzione dell’80% sull’importo dei diritti di prima iscrizione, il rimanente è a spese loro dopo un eventuale sgravio. Per il personale residente, i diritti di prima iscrizione sono esigibili dopo il versamento agli interessati, dei diritti di prima iscrizione inclusi dopo il vantaggio familiare il cui importo è stabilito da decreto ministeriale. Le riduzioni accordabili sui diritti e le spese Ogni mese iniziato è dovuto integralmente Per le tasse scolastiche, una riduzione potrà essere accordata in caso di incidente, malattia grave del figlio, anche nei casi in cui gravi eventi familiari compromettano l’istruzione del figlio qualora questo risulti sempre iscritto sulle liste dell’istituto. In questo caso, e solo in questa situazione, la Direzione dell’istituto valuterà i giustificativi prodotti dalla famiglia e prenderà una decisione scritta e firmata dal Dirigente scolastico precisando le modalità dell’eventuale riduzione. Questa decisione sarà soggetta a convalida dalla direttrice dell’AEFE. Una riduzione parziale potrà essere accordata per le spese relative alla mensa in proporzione alle assenze rilevate dal servizio di ristorazione purché: L’assenza sia superiore a quindici giorni consecutivi (esclusi i periodi di vacanze scolastiche) nel medesimo trimestre; L’assenza sia giustificata da un motivo importante. Una richiesta di sovvenzione a titolo del fondo di solidarietà dell’istituto: la cassa di solidarietà dell’istituto ha come oggetto di aiutare, nel limite dei crediti di cui dispone, le famiglie in stato di bisogno in modo tale da poter affrontare i loro obblighi nei confronti dell’istituto ed eventualmente fuori dall’istituto. Per ottenere un aiuto a titolo della cassa di solidarietà, la famiglie interessate devono presentare una lettera scritta all’attenzione del dirigente scolastico con comunicazione di un “dossier de soutien financier” (disponibile presso il “service d’intendance”) che mette in luce i redditi e le spese della famiglia allo scopo di sostenere la richiesta di sostegno che sarà presentata in modo anonimo ai membri della commissione di assitenza sociale dell’Istituto. Solo un’assistenza puo’ essere accordata per lo stesso oggetto, durante l’intero periodo di istruzione. II – Scadenze e modalità di pagamento A) Quadro generale Gli AVIS A PAYER trimestriali sono nominativi e sono emessi all’inizio di ogni trimestre per riepilogare l’insieme dei diritti o delle spese. I diversi diritti (prima iscrizione, di istruzione, d’esame) e le tasse di ristorazione sono dovuti e devono essere pagati il primo giorno del trimestre per cui sono chiesti a ricezione dell’avviso di pagamento. Gli avvisi di pagamento vengono trasmessi alle famiglia tramite posta elettronica. I versamenti devono effettuati all’istituto tramite bonifico bancario. A titolo transitorio e in modo temporaneo (massimo un trimestre scolastico), il pagamento tramite assegno sarà accettato esclusivamente per le banche italiane. Gli assegni bancari non sono accettati a causa dei lunghi tempi di elaborazione. I pagamenti in contanti sono accettati fino a 300€ per un solo e identico periodo di riscossione trimestriale. Per tutti i metodi di pagamento, le spese bancarie di elaborazione delle operazioni dalle famiglie sono a proprio carico e non dell’istituto che deve riscuotere, al centesimo, l’importo dei diritti e delle tasse stipolati sull’avviso di pagamento rilasciato alle famiglie. B) Cronologia delle operazioni di recupero e azioni per mancato pagamento Emissione dell’avviso di pagamento individuale, con termine massimo di pagamento di due settimane. Dopo queste due settimane, emissione di una prima lettera di sollecito (lettera n°1) trasmessa alle famiglia tramite gli alunni, in seguito una seconda lettera di sollecito (lettera n°2) in casa di mancato pagamento alla fine del termine impartito. Invio di una raccomandata con ricevuta di ritorno 10 gorni dopo la data di emissione dell’ultimo avviso la quale notifica che l’alunno non sarà più accettato in classe se il pagamento non viene effettuato prima della nuova scadenza stabilita. Dopo questo ultimo termine, le famiglie sono destinatarie di una seconda raccomandata con ricevuta di ritorno la quale riporta la data limite di accettazione del o degli alunni interessati nell’istituto per corrispondere ad un periodo di vacanze scolastiche, al termine del quale, per mancanza di pagamento dei     dirittidi istruzione da parte della famiglia, l’alunno non sarà più considerato come membro dell’istituto e l’ingresso a scuola gli sarà vietato. Eventualmente, sotto la responsabilità del dirigente scolastico, uno stato esecutivo potrà essere emesso su richiesta del contabile e trasmesso a un avvocato per riscossione forzata del credito fino ad estinzione dell’azione davanti al foro competente L’iscrizione o la reiscrizione di un alunno in una delle entità che compongono Chateaubriand di Roma presuppone l’accettazione totale e senza riserva del presente regolamento decretato a Roma il 13 giugno 2016.  
  ISCRIZIONE ALLA SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA Si ricorda che la presentazione di una domanda di preiscrizione non convalida automaticamente l'iscrizione al Liceo Chateaubriand ma costituisce esclusivamente una richiesta; le domande incomplete non saranno prese in considerazione; il Liceo non ammette alunni i cui genitori non risiedono in Italia durante la loro scolarizzazione; la scolarizzazione al Lycée Chateaubriand è vincolata dalla capacità di accoglienza della struttura. Pertanto l'ammissione di un alunno non comporta automaticamente quella dei fratelli o sorelle in un altra classe; la conferma dell'iscrizione dalla scuola primaria fino all'ultimo anno di liceo, sarà comunicata solo a seguito del ricevimento della pagella del 3° trimestre con il relativo passaggio di classe; fino alla classe di Troisième, tutti gli alunni i cui genitori (madre e/o padre) sono in possesso della nazionalità italiana devono obbligatoriamente iscriversi all’insegnamento di “Lingua e Cultura Nazionale” (LCN) previsto dall’accordo culturale franco-italiano del 1949. A partire dalla classe di Seconde, tutti gli alunni i cui genitori  (madre e/o padre) sono in possesso della nazionalità italiana possono scegliere tra LCN (vedi sopra) o ESABAC (doppio diploma). per le iscrizioni al Liceo: la creazione di gruppi (di specialità e/o di insegnamenti facoltativi) dipende dal numero di alunni che ne fa richiesta. L’alunno che non si presenta entro le 48 ore successive all'inizio dell'anno scolastico sarà cancellato dalle liste. A/CONDIZIONI GENERALI DI AMMISSIONE  Iscrizione dei bambini alla SCUOLA MATERNA : I bambini di 2 anni al giorno del rientro scolastico possono essere ammessi alla scuola materna. Questa ammissione rientra nei limiti dei posti disponibili e dopo un'intervista con il direttore della scuola. L'ammissione alla "piccola sezione" può essere dichiarata solo per i bambini di età pari o superiore a 3 anni il 31 dicembre dell'anno di registrazione. Iscrizione dei bambini in ELEMENTARE : L'ammissione al corso di preparazione può essere dichiarata solo per i bambini di età pari o superiore a 6 anni al 31 dicembre dell'anno di registrazione. Per gli allievi provenienti da una scuola pubblica francese, “sotto contratto con lo Stato”, oppure da una scuola francese all'estero omologata dal Ministero della Pubblica Istruzione Francese : le decisioni prese da questi Istituti relative alla promozione dell'alunno vengono applicate dal Lycée Chateaubriand. Per gli alunni provenienti da un Istituto privato senza “contratto con lo Stato” oppure non omologato dal Ministero della Pubblica Istruzione Francese (anche se francofono): gli alunni dovranno passare un test di valutazione organizzato dal Lycée Chateaubriand. La decisione di iscrizione verrà presa in base all'esito del test. B/ FORMALITÀ DI PREISCRIZIONE Le preiscrizioni sono aperte a partire di febbraio e riguardano il rientro scolastico nel mese di settembre dell'anno civile in corso.  Le preiscrizioni si fanno esclusivamente online. Procedura : Compilare la domanda di preiscrizione online (una per ogni figlio); Qualora doveste effettuare un'iscrizione per un fratello/sorella di un alunno già iscritto a scuola, si prega di cliccare sulla scritta "mot de passe oublié" e di seguire la relativa procedura; Stampare la scheda di preiscrizione; Firmare tutte le pagine della scheda di preiscrizione (firma del padre e della madre); Inviare la scheda di preiscrizione via mail (scannerizzata in formato PDF) : per le classi dalla Petite Section al Cours Moyen 2° anno (quinta elementare), indirizzo: secretariat-primaire@lycee-chateaubriand.eu; per le classi dalla Sixième (1°media) alla Terminale (5° anno di liceo) indirizzo:  secretariat-secondaire@lycee-chateaubriand.eu.
MANUALI E FORNITURE PER L'ECOLE PRIMAIRE - RIENTRO 2020 Troverete  da scaricare (a destra) i manuali e forniture scolastici dalla materna alla Terminale.    
2020 - 2021 Prerientro del personnale - Martedì 1 settembre 2020 Rientro degli alunni - Mercoledì 2 settembre 2020 Vacanze della Toussaint - da venerdì 16 ottobre dopo scuola a domenica 1 novembre 2020 Vacanze di Natale - da venerdì 18 dicembre dopo scuola a domenica 3 gennaio 2021 Vacanze d'inverno - da venerdì 19 febbraio dopo scuola a domenica 7 marzo 2021 Vacanze di primavera - da venerdì 23 aprile dopo scuola a domenica 9 maggio 2021 Fine dell'anno scolastico - Venerdì 2 luglio 2021 dopo scuola Giorni festivi fuori dai congedi scolastici - Martedì 8 dicembre 2020 (Immacolata) / Mercoledì 6 gennaio 2021 (Epifania) / Lunedì 5 aprile 2021 (Lunedì di Pasqua)  / Mercoledì 2 giugno 2021 (Festa della Repubblica) / Martedì 29 giugno 2021 (per Roma, San Pietro e Paolo)
Consiglio d’istituto Esso rappresenta il primo e il secondo grado (Roma e Napoli), prende atto dei soggetti educativi discussi durante le riunioni, dei consigli del primo e del secondo grado dell’insegnamento. E’ di sua competenza tutto ciò che riguarda la pedagogia e la vita educativa della scuola, il suo contratto inerente le regole comportamentali, il calendario dell'anno scolastico e dà il suo parere sul progetto di budget. I verbali del consiglio d’istituto sono pubblicati sul sito web del Lycée Chateaubriand per un periodo di 6 mesi. Vedere la circolare du 9 juillet 2019 sull'organizzazione ed il funzionamentodelle istanze negli istituti dell'AEFE In caso d’impossibilità, ogni titolare che presiede a una seduta del Consiglio può essere sostituito solo ed esclusivamente da un membro eletto al Consiglio d’Istituto Composizione: 21 membri + membri ospiti   Consiglio di primo grado Il consiglio di primo grado di Roma e il consiglio di primo grado di Napoli danno il loro parere sul funzionamento della scuola e su tutte le questioni inerenti ad essa     Consiglio di secondo grado Il consiglio da il suo parere sul funzionamento del secondo grado e su tutte le questioni che riguardano la vita dell’insegnamento di secondo grado, la sua dichiarazione è resa nota al Consiglio d’Istituto.     Consiglio pedagogico In seduta di consultazione regola le questioni educative proposte al Consiglio d’Istituto e al Consiglio di secondo grado.   Commissione di disciplina Si riunisce su richiesta del Direttore, per la violazione del contratto inerente le regole dell’istituto o per incidenti di rilievo avvenuti all’interno dell'istituzione.   Consiglio per gli studenti del collegio Composto dal personale educativo del liceo, dai genitori e dagli studenti del collegio, il Consiglio mira a coinvolgere e a responsabilizzare gli studenti nei confronti della scuola e a creare un senso di appartenenza, ritenendoli attori e interlocutori riconosciuti all'interno del collegio. Il Consiglio è uno strumento per l'apprendimento delle competenze civiche.   Consiglio per gli studenti del liceo Equivalente del Consiglio per gli studenti del collegio, mira a favorire una dinamica di confronto e di dialogo tra adulti e studenti che si riuniscono intorno ad un ad un dibattito inerente alla vita e al lavoro scolastico svolto al liceo.
Comitato di igiene e di sicurezza (CHS)   Il suo scopo è di contribuire al miglioramento delle condizioni di igiene per l'insieme della comunità, in particolare attraverso la creazione di un piano di evacuazione e di una segnaletica adatta ed efficace all'interno della scuola. Comitato di monitoraggio del progetto immobiliare (CSPI) Frutto di una collaborazione tra il Liceo Chateaubriand e l'Ufficio dei Lavori e dei Palazzi francesi in Italia ( STBI), il comitato si occupa della creazione e del monitoraggio del progetto immobiliare dell'edificio scolastico: lavori, sistemazione, messa in sicurezza e accessibilità del sito. Comitato di educazione alla salute e alla cittadinanza (CESC) Il CESC è un'"istanza di riflessione, osservazione e proposizione, che concepisce, mette in opera e valuta un progetto educativo in materia di educazione alla cittadinanza e alla salute e di prevenzione della violenza." Gli obbiettivi che si prefigge sono di : contribuire all'educazione e alla cittadinanza; preparare il piano di prevenzione della violenza; proporre delle azioni  concrete per aiutare i genitori in difficoltà e lottare contro l'esclusione; definire un programma di educazione alla salute e alla sessualità, e di prevenzione dei comportamenti di dipendenza patologica. Più ampie informazioni sono disponibili sul sito Eduscol : http://eduscol.education.fr/cid46871/le-cesc-sa-composition-ses-missions.html
Commissione di sussidio sociale Composta dai membri interni al personale amministrativo dell’istituto, dai genitori e dagli insegnanti, questa commissione ha per scopo quello di pronunciarsi sulle richieste dei genitori che incontrano delle difficoltà finanziarie transitorie. Commissione educativa Il ruolo della commissione educativa è quello di esaminare la situazione di uno studente il cui comportamento risulta inadeguato rispetto alle regole comportamentali previste dalla scuola, nell’ottica non di una punizione, ma di fornire all’allievo una risposta educativa personalizzata e di seguirlo nel suo percorso. Le decisioni seguono un possibile intervento del rappresentante dell’allievo, se quest’ultimo ne fa richiesta esplicita. Il commissione partecipa anche alla prevenzione e alla lotta contro le molestie e alla discriminazione nelle scuole. Commissione per la mensa scolastica In questa commissione si confrontano e si forniscono tutti gli elementi che riguardano il funzionamento della mensa: implementazione, sviluppo del menu, qualità del servizio, pagamento, iniziative etc).
Progetto di istituto Il progetto di istituto definisce le particolari modalità di messa in opera degli orientamenti, degli obiettivi e dei programmi nazionali, così come il progetto accademico. Iscritto nell’ambito dell’autonomia degli istituti (EPLE), il progetto di istituto esprime e fissa le scelte pedagogiche e la politica educativa dell’istituto per una durata compresa tra 3 e 5 anni. Serve a esprimere una volontà collettiva di una particolare comunità, ad assicurare la coerenza delle sue azioni con i suoi valori e il contesto dell’istituto e può prevedere la realizzazione di sperimentazioni pedagogiche. Elaborato dai differenti partners, particolarmente in seno al consiglio pedagogico, è adottato dal consiglio di amministrazione. Per maggiori informazioni sul progetto di istituto: http://www.esen.education.fr/fr/ressources-par-type/outils-pour-agir/le-film-annuel-des-personnels-de-direction/detail-d-une-fiche/?a=28&cHash=5e610ad918
Quadro sanitario L’Istituto è sottoposto alla regolamentazione sanitaria italiana o francese? Il Lycée Chateaubriand si trova sul territorio italiano, sono quindi le disposizioni giuridiche italiane che sono applicabili. I programmi scolastici sono invece conformi alle disposizioni francesi e agli accordi bilaterali.  Cosa prevede la regolamentazione sanitaria italiana per gli istituti scolastici in periodo di COVID? La regolamentazione è in costante evoluzione in funzione dalla situazione epidemiologica, sia a livello nazionale che regionale. Il CTS (Comitato Tecnico e Scientifico) e l'ISS (Istituto Superiore della Sanità) pubblicano regolarmente raccomandazioni che sono poi integrate dal Ministero della Pubblica Istruzione. Queste disposizioni sono applicabili a tutti gli istituti scolastici del territorio, siano essi pubblici o privati. I testi vigenti sono costantemente aggiornati sul sito  Rientriamo a scuola : si vedano in particolare le  Linee guida 0-6 ed il Piano Scuola 2020/2021 Succintamente, tale regolamentazione prevede: PER I BAMBINI 0-6 anni: niente mascherine per i bambini, mascherine per gli adulti; spazi definiti per ogni classe, all'interno come all'esterno, per evitare la moltiplicazione dei contatti fra i bambini;  libertà per i bambini di giocare e toccarsi a vicenda per favorire il loro sviluppo emozionale e la loro scoperta del mondo, senza barriere;  disinfestazione sistematica e regolare dei luoghi ed oggetti assegnati ed aerazione delle aule;  collaborazione da parte delle famiglie per evitare che allievi che potrebbero essere portatori di contagio (frequentazione di zone a rischio, sintomi descritti in  protocole de rentrée scolaire - Covid 19 ) rappresentino potenziali fonti di contagiosità. PER GLI ALLIEVI DI + 6 anni (personale incluso) uso obbligatorio della mascherina chirurgica all'ingresso e all'uscita dell'Istituti ed ogni qualvolta un allievo si sposta; niente mascherina in posizione statica, e cioè durante le lezioni (distanziamento obbligatorio garantito:1 m fra gli allievi e 2 m dal professore); distanziamento sociale: 1 m fra allievi, 2 m dal professore;  divieto ad estranei (inclusi i genitori) di entrare nelle aree di pertinenza dell'Istituto, salvo autorizzazione esplicita del Preside (Proviseur);  frequente aerazione delle aule, limitazione degli spostamenti all'interno dell'Istituto e divieto di assembramento;  collaborazione da parte delle famiglie per evitare che allievi che potrebbero essere portatori di contagio (frequentazione di zone a rischio, sintomi descritti in  protocole de rentrée scolaire - Covid 19 ) rappresentino potenziali fonti di contagiosità. In che modo il Liceo attua la regolamentazione sanitaria? Il Liceo ha preso le disposizioni necessarie per garantire la sicurezza degli allievi, degli insegnanti e dei membri del personale:  organizzazione delle lezioni in semi-gruppi per riuscire comunque ad assicurare il distanziamento sociale in un sito classificato quale è il nostro;  orari differenziati fra elementari (école) e medie (collège) per evitare gli assembramenti;  impostazione, di comune accordo con la Commissione di Igiene e Sicurezza ed il Responsabile della Sicurezza sanitaria del Liceo, di un apposito protocollo, il quale protocollo sarà in costante evoluzione in base alla regolamentazione presentata in occasione del Primo Consiglio d'Istituto;  Nomina di un Responsabile COVID sempre presente nei due siti (Villa Strohl Fern e Patrizi-Malpighi) e di un supplente sempre reperibile. Locali specifici sono stati previsti in ognuno dei due siti a tale scopo.  Rispetto di tutte le norme sanitarie richieste in Italia: segnaletica, spostamenti unidirezionali ed igiene;  In base alla regolamentazione sanitaria, per incontrarsi con un membro dell'Istituto, sarà necessario chiedere previamente un appuntamento presso le segreterie.  Perché questa organizzazione per i siti? La Direzione ha organizzato la ripresa delle lezioni in considerazione delle priorità seguenti: garantire la massima sicurezza per gli allievi, insegnanti e membri del personale: è stato quindi fatto tutto quanto il possibile per mantenere un corretto distanziamento fisico;  assicurare un massimo di ore di lezione in presenza allorché il sito è classificato.  Le classi sono quindi state divise in semi-gruppi per assicurare il distanziamento sociale e la sicurezza di allievi, insegnanti e membri del personale.  Quali sarebbero le alternative in caso in mancanza di locali? Poiché la superficie delle aule disponibili non era sufficiente per garantire il distanziamento sociale richiesto, è stato necessario dividere le classi in due gruppi, cosa che ha chiaramente mobilizzato la totalità degli spazi disponibili, ivi compresi quelli della mensa. Il Liceo sta esplorando la possibilità di creare strutture provvisorie sul sito di Villa Strolh-Fern. Tuttavia, il sito è classificato e protetto (come bene culturale, paesaggistico ed archeologico nel sotto-suolo); fra progettazione e realizzazione, la minima installazione richiede mesi di procedure sotto la supervisione delle autorità italiane. Inoltre, il solo fatto di iniziare una procedura non implica che andrà a buon fine.  La possibilità di affittare locali esterni è anche stata presa in considerazione dall'Istituto, tuttavia il costo di ognuna di queste soluzioni dovrà essere autorizzato dall'AEFE e potrebbe avere ripercussioni sui costi di scolarizzazione.  Chi deve portare la mascherina? Chiunque di età superiore ai 6 anni, che ha motivo di spostarsi nelle aree di competenza dell'Istituto o che si trova nell'impossibilità di assicurare il distanziamento sociale richiesto (minimo 1 m), dovrà portare una mascherina chirurgica.  La mascherina non sarà richiesta per le attività sportive all'aria libera.  Chi fornisce le mascherine? Spetta alle famiglie fornire ai loro figli le mascherine necessarie.  L'Istituto si obbliga a fornire mascherine chirurgiche agli insegnanti ed ai membri del personale nella misura di 2 al giorno.  E' assicurata la mensa scolastica? Sito di Villa Strohl Fern : lo spazio della mensa scolastica è stato adibito ad aula e quindi non può ospitare la mensa. Gli allievi disporranno di pause per poter mangiare. Se il tempo è clemente, potranno farlo fuori, se il tempo non lo permette, dovranno mangiare nella loro aula, debitamente aerata.  Sito Malpighi-Patrizi : la caffetteria funzionerà in drive-service. Gli allievi dovranno ordinare il loro sacchetto il giorno prima e recuperarlo l'indomani, secondo i loro orari.  Il personale della caffetteria rispetterà le disposizioni sanitarie (raccomandazioni per la prevenzione: gel idroalcolico, lavaggio delle mani, distanziamento, ...).  Come si organizzano i siti per far rispettare le raccomandazioni per la prevenzione ed i flussi di circolazione?  Pannelli segnaletici sono stati creati per illustrare le raccomandazioni per la prevenzione. Sono stati affissi all'ingresso e nei corridoi. Marcature al suolo indicano la direzione da prendere nei corridoi e gli spazi autorizzati. Distributori di gel idroalcolico sono disponibili in tutte le aule. I bambini piccoli sono debitamente inquadrati e mai lasciati da soli.   Sono aerati regolarmente i locali?  I locali sono regolarmente aerati evitando di turbare gli allievi durante le lezioni.  Come sono puliti e disinfettati i locali?  Tutti i locali (aule, palestre, corridoi, uffici, etc.) nonché tutti i materiali sono disinfettati non appena gli allievi, insegnanti o membri del personale li lasciano, prima che vengano utilizzati da altri.  I sanitari sono regolarmente puliti ed in particolare dopo le ricreazioni e dopo l'uscita degli allievi alla fine della loro semi-giornata di presenza.  Le attività di gestione sanitaria sono riportate quotidianamente in un apposito Registro.  Esistono tuttora le ricreazioni? Si, le classi elementari (école) hanno spazi di ricreazione definiti per ogni piano onde evitare i contatti fra gruppi diversi di allievi.  Gli allievi delle medie (collège) e superiori (lycée) hanno diritto a pause, ma dovranno rimanere nelle loro aule per evitare assembramenti e mescolamenti. A giudizio dell'insegnante, potranno fare lezione o rilassarsi all'esterno.  Gli allievi possono condividere materiale didattico ed accedere a giochi, panchine o spazi collettivi esterni? Ogni classe è dotata del proprio materiale per evitare ogni rischio di contagio. I giochi, panchine e spazi collettivi esterni sono regolarmente disinfettati. Gli accompagnatori possono accedere agli edifici scolastici? Per limitare al massimo i rischi di contagio, ogni persona la cui presenza non è propriamente necessaria nell'ambito dell'Istituto deve rimanere fuori.  Gli insegnanti sono testati per il COVID? L'Istituto ha invitato l'insieme degli insegnanti e dei membri del personale a compilare una autodichiarazione o a fare un test diagnostico anche se non vi è alcun obbligo legale all'uopo. Lo screening prevede due fasi: -  test sierologico; -  test molecolare obbligatorio per tutti coloro il cui test sierologico è risultato positivo onde escludere la presenza di una infezione in corso. Quali sono le precauzioni da prendere prima di portare i bambini a scuola?  Prima di lasciare casa, i genitori sono invitati a misurare la temperatura dei loro figli e a verificare che non presentino sintomi influenzali (mal di testa, nausea, perdita di odorato e gusto, febbre, ...). In caso di malessere o di dubbio, l'allievo dovrà rimanere a casa (art. 452 del Codice penale; art. 260 del TULS - Testo Unico delle Leggi Sanitarie) ed i genitori dovranno immediatamente informarne il Responsabile COVID dell'Istituto (referent-covid@lycee-chateaubriand.eu) precisando il nome, cognome e classe. Dovranno inoltre contattare il loro medico di famiglia.  E' prevista la misurazione della temperatura nell'Istituto?  Il CTS (Comitato Tecnico e Scientifico) non ha ritenuto necessario che sia misurata la temperatura corporea degli allievi, insegnanti e membri del personale al loro arrivo negli istituti. Tuttavia, il Liceo si è provvisto di termometri elettronici e misura la temperatura degli allievi, insegnanti e personale al loro ingresso.  Chiunque presenti difficoltà respiratorie e/o una temperatura corporea superiore a 37,5°C sarà invitato a contattare il suo medico e rimandato a casa.  Qual'è il ruolo del Referente COVID ? Un Referente COVID  una infermiera  è nominato in ogni sito. Il suo indirizzo e-mail è: referent-covid@lycee-chateaubriand.eu . E' sempre reperibile a qualsiasi ora della giornata. Disporrà di un locale specifico per accogliere chiunque presenti i sintomi della malattia.  Il Referente COVID fa da interfaccia con il Dipartimento di Prevenzione dell'ASL competente. Nell'eventualità di casi di COVID-19 conclamati nell'Istituto, collabora con tale Dipartimento per il tracciamento dei contatti fornendo: la lista degli allievi della classe dove si è verificato il caso conclamato, la lista degli insegnanti/educatori/esperti che hanno svolto delle attività di quella classe, elementi per ricostruire i contatti stretti avvenuti nelle ultime 48 ore che hanno preceduto la comparsa dei sintomi (per i malati asintomatici, si considerano le 48 ore che precedono il prelievo che ha portato alla diagnosi) nonché i contatti avuti nei 14 giorni successivi alla comparsa dei sintomi (o alla diagnosi), la lista degli allievi ed operatori scolastici a rischio e le eventuali liste di operatori scolastici e/o allievi assenti.  Quali sono le regole in caso di "caso conclamato" in un istituto scolastico?  Se il test di screening è positivo, il Dipartimento di Prevenzione della ASL lo notifica all'istituto e questi procede al tracciamento dei contatti avuti dal malato e ad una disinfezione molto accurata dei locali.  I contatti identificati nell'ambito delle attività di tracciamento sono messi in quarantena per 14 giorni dalla data dell'ultimo contatto avuto con il caso conclamato. Il Dipartimento di Prevenzione della ASL decide della strategia ritenuta la più idonea per l'eventuale screening di tutti gli allievi, insegnanti e membri del personale dell'istituto in causa. Prima di tornare nella comunità, il malato dovrà aspettare la sua piena guarigione clinica. La conferma di tale guarigione richiede due tamponi fatti a distanza di 24 ore ed entrambi dovranno risultare negativi. L'allievo che ha anche un solo membro della sua famiglia identificato come "caso conclamato" o che presenta sintomi da COVID-19 potrà andare a scuola?  No. L'allievo dovrà rimanere a casa e il medico di famiglia dovrà essere contattato. I suoi contatti stretti (come ad esempio i suoi compagni di classe) non dovranno essere messi in quarantena, salvo se il Dipartimento di Prevenzione dovesse ritenerlo necessario. Gli insegnanti ed i membri del personale che hanno anche un solo membro della loro famiglia identificato come "caso conclamato" o che presenta sintomi da COVID-19 potrà recarsi al lavoro?  No. Dovranno rimanere a casa e il loro medico di famiglia dovrà essere contattato. I loro contatti stretti (come ad esempio i loro colleghi e/o allievi) non dovranno essere messi in quarantena, salvo se il Dipartimento di Prevenzione dovesse ritenerlo necessario. Apprendimento e continuità pedagogica Le ore di lezioni saranno in numero inferiore a quelle dell'anno scorso? Le ore di insegnamento sono quelle raccomandate dall'Education Nationale. Programma dell’Education Nationale Programma del Lycée Chateaubriand    ore 24 per la Scuola materna     (Maternelle)    8.00 -13.15 tutti i giorni (salvo il venerdì: 8.00 - 13.00), cioè 26 ore/settimana    ore 24 per le Elementari     (Ecole)    CP e CE1: 8.00 -13.15 tutti i giorni (salvo il venerdì: 8.00 -13.00), cioè 26 ore/settimana    CE2, CM1 e CM2: 8.00 -12.30 tutti i giorni, cioè 22.30 ore/settimana + ore 3.30     obbligatorie in insegnamento a distanza    ore 26 per le Medie    (Collège)  13.00 - 17.00 tutti i giorni, cioè 22 ore/settimana + ore 6 obbligatorie in     insegnamento a distanza    ore 26 per le Superiori    (Lycée) in comune  + opzioni a scelta degli allievi    8.00-18.00 tutti i giorno (secondo orario lezioni), cioè 16 ore/settimana in media in     presenza + ore 10 di attività a distanza Per le Elementari e per le Medie, il fatto di raggruppare le ore di lezioni in una mezza giornata senza mensa permette di assicurare la continuità pedagogica.  Nota Bene : Gli orari potranno essere modificati. Stiamo lavorando sulla possibilità di locali addizionali.  Chi svolge le lezioni in semi-gruppo? Gli insegnanti ed alcuni adulti approvati dalla Direzione che operano sotto la responsabilità dell'insegnante referente della classe.  Sono stati reclutati insegnanti supplementari?  Sono stati reclutati 12 Assistenti pedagogici.  Attività scolastiche e para-scolastiche  Le lezioni di educazione fisica e sportiva (EPS) potranno riprendere? Siamo in attesa di una risposta da parte delle infrastrutture sportive che devono aspettare il consenso delle Autorità.  Le attività para-scolastiche potranno riprendere? Certe attività para-scolastiche, come le lezioni di religione e quelle di musica "Chateaumusique", riprenderanno prossimamente, con orari adattati. Una garderie è prevista? Si. E' prevista, dovrebbe essere operativo da metà settembre.
Ecco il protocollo sanitario presentato al Conseil d'établissement (Consiglio d'istituto) del 17 settembre 2020.  Questo documento sarà aggiornato in funzione della situazione sanitaria e delle norme nazionali e locali. Un'infografica (a destra) riassume i punti essenziali. Il protocollo in italiano sarà in linea fra poco.   Leggere il protocollo Vedere l'infografica